Che cosa è?

L’ortodonzia è quella particolare branca dell’odontoiatria che studia le diverse anomalie della costituzione, sviluppo e posizione dei denti e delle ossa mascellari. Essa ha lo scopo di prevenire, eliminare o attenuare tali anomalie mantenendo o riportando gli organi della masticazione e il profilo facciale nella posizione più corretta possibile.

Da un punto di vista diagnostico possiamo dividere, schematicamente, le malocclusioni in 3 gruppi principali:

I CLASSE: rapporto antero-posteriore corretto

II CLASSE: rapporto antero-posteriore in cui i denti superiori sono più sporgenti

III CLASSE: rapporto antero-posteriore in cui i denti inferiori sono più sporgenti

Obiettivi:

Ortodonzia nel paziente in crescita (bambino, adolescente):

  • si può correggere, entro una certa misura, lo sviluppo scheletrico delle basi ossee mascellari (ortopedia mascellare)
  • si possono spostare i denti

Ortodonzia nel paziente a fine crescita (adulto):

  • si possono spostare i denti

Trattamenti combinati ortodontico-chirurgici:

Nei casi in cui la disarmonia scheletrica sia consolidata (adulti) o superi il limite della correzione ortodontica possibile rimane la possibilità di una correzione chirurgica delle ossa mascellari.